Le visiere protettive potrebbero sostituire le mascherine nel prevenire il COVID-19?

Come ormai tutti sappiamo, le mascherine aiutano a prevenire la diffusione di COVID-19, ma molte persone le trovano molto scomode o addirittura insopportabili da indossare.
Ma gli esperti sostengono che vi sia un’altra opzione valida disponibile per le persone che non riescono ad abituarsi alla mascherina mentre si trovano in pubblico.

Le visiere protettive in plastica sono infatti un altro mezzo efficace per prevenire il rischio di contagio e molti potrebbero trovarle più confortevoli, afferma il dottor Amesh Adalja, senior scholar del Johns Hopkins Center for Health Security, a Baltimora.

Si tratta di visiere in plastica trasparente o plexiglass che coprono l’intero viso, partendo dalla fronte fino al mento o più in basso. Una fascia elastica dietro la testa tiene ferma la visiera.


È stato dimostrato che le visiere per il viso riducono l’esposizione virale del 96% se indossate entro circa 50 centimetri da un colpo di tosse e del 92% a una distanza dei 2 metri circa attualmente raccomandati, secondo un recente editoriale del Journal of the American Medical Association.


“A lungo andare, le visiere potrebbero sostituire le mascherine”, ha detto Adalja. “Penso che ci siano molte prove a favore del loro utilizzo.”

Anche se non sono ancora popolari quanto le mascherine, le visiere sono disponibili per l’acquisto online. Amazon offre molte marche diverse di schermi per il viso, incluso un modello sviluppato dai propri ingegneri.


Le visiere offrono alcuni vantaggi rispetto alle mascherine, ma anche qualche svantaggio, come vedremo tra qualche paragrafo.

Poiché partono dalla fronte e arrivano fino al mento, le visiere proteggono gli occhi, il naso e la bocca, ha detto il dottor Frank Esper, specialista in malattie infettive pediatriche presso il Cleveland Clinic Children’s Center. I virus, infatti, possono entrare nel corpo anche attraverso gli occhi.

Adalja ha anche notato che le visiere possono essere più comode da indossare. “Sono di minore impedimento sul naso e sulla bocca rispetto a una mascherina”, ha detto.

Esper ha spiegato che “con una visiera riesci a sentire un po’ di aria sul volto, ed è molto più confortevole che cercare di respirare attraverso una stretta maschera di stoffa.”


La comunicazione faccia a faccia, inoltre, è meno difficoltosa se si indossa una visiera. Le persone possono vedere interamente il volto del proprio interlocutore attraverso la visiera, e questo rende più facile la conversazione, ha affermato Adalja.

“Molte persone quando parlano si tolgono la mascherina o la abbassano. Lo fanno istintivamente perché la loro voce è attutita dalla maschera “, ha detto Adalja. “Al contrario, indossando una visiera si riescono a vedere bene le espressioni facciali.”

Un altro vantaggio consiste nel fatto che le visiere sono relativamente leggere e comode da indossare. Sono anche riutilizzabili, se lavate con acqua calda e sapone, hanno detto Adalja ed Esper.

Esper ha sottolineato che è necessaria una pulizia attenta e regolare, perché uno svantaggio delle visiere è che il virus può sopravvivere a lungo sulla superficie in plastica.


“Sappiamo che questo virus sopravvive meglio sulla plastica rispetto che su materiali porosi come stoffa, carta o cartone”, ha spiegato.

Il tipo di protezione che fornisce una visiera, inoltre, è molto diverso da quello delle mascherine, hanno detto gli esperti.

La mascherina protegge le persone dai germi della persona che la indossa. La visiera, al contrario, protegge la persona che la indossa dalle infezioni e dai germi delle persone intorno.

“La visiera protegge chi la indossa”, sostiene Esper. “Ma quando si tossisce, le goccioline possono uscire con facilità, poiché la visiera non è a contatto con il volto, mentre indossando una mascherina vengono in pratica risucchiate dalla maschera stessa.”

I medici che lavorano in ambito sanitario indossano sia una mascherina che una visiera: la combinazione offre la migliore protezione contro la diffusione del virus, ha detto Esper.
Tuttavia, Esper e Adalja pensano che le persone comuni dovrebbero poter utilizzare uno o l’altro dispositivo, a seconda di quale preferiscono.

“Le persone stanno già attraversando un periodo molto difficile, se venisse chiesto loro di indossarli entrambi sarebbe ancora peggio”, ha concluso Esper.